La sindrome della Flavescenza Dorata comprende una varia gamma di manifestazioni che coinvolgono principalmente e in differente misura le foglie, la vigoria, la lignificazione dei germogli, i grappoli fiorali. Non tutti i sintomi si evidenziano con pari intensità e nell’ambito della stessa epoca stagionale. La loro comparsa, inoltre, si differenzia tra i vari vitigni.

Le foglie sono l’elemento che si nota più facilmente. È bene inoltre che l’identificazione della malattia sia supportata anche da altri sintomi congiunti.

IL VITIGNO BARBERA

Il vitigno Barbera evidenzia sulle foglie manifestazioni particolarmente varie.

  1. Irregolarità di arrossamenti nel contesto della massa fogliare e nell’ambito del singolo germoglio.
  2. Arrossamenti intensi talvolta scarlatti nelle zone perinervali unite alla variazione di colore del lembo e ad accartocciamenti più o meno intensi.
  3. Variazioni omogenee del lembo con tinte violacee e l’evidenziazione rossa delle zone perinervali.
  4. Sintomi congiunti quali arrossamenti delle zone perinervali e variazioni di colore viola interessanti settori del lembo.
  5. Rotture di colore che dividono in modo netto il lembo, talvolta sulla metà.
  6. Rotture di colore settoriali tra le nervature principali con la restante parte del lembo verde.
  7. Accartocciamenti fogliari con colorazioni rosso-viola uniformi delle foglie.
  8. Colore rosso scarlatto intenso che si distribuisce irregolarmente sulle zone perinervali.
  9. Nervature delle foglie rosse, evidenti sul fogliame giovane e in controluce.

Edoardo Monticelli

CONDIVIDI L'ARTICOLO

Iniziamo a Collaborare

POSSO AIUTARTI A MIGLIORARE LA QUALITÀ E LA QUANTITÀ DELLA PRODUZIONE !

CONTATTAMI